54. “Un sonoro intreccio di lettere”

4 giugno 2012

Hai ragione, amore: non ti dico mai che ti amo.

Scrivere questa poesia è come tacere ancora,

è come urlare nei pensieri,

è come sincronizzare le movenze delle labbra

alle parole di una canzone.

Ti ho parlato nel silenzio:

ogni istante vuoto di voce pronunciava afono quelle parole.

Non te ne faccio una colpa se non le hai udite.

Prego però l’ignoto dio del tuo cuore

che tu le abbia vedute, quelle parole.

La bocca è codarda, ma lo sguardo è onesto.

Hai letto i miei occhi?

Li hai visti perdere il loro colore d’autunno

ed ereditare dalle lacrime

il rosso del fuoco che brucia il presente

e che ti riporta lontano da me?

Ogni sfumatura,

ogni fluttuazione delle palpebre,

ogni ciglia desta o trasognante

era spoglia dalla menzogna dell’ombra

in cui verteva il mio timido silenzio

e assolveva il compito comunicativo

di cui sono solite le parole dette.

Non contare quante volte te l’ho dichiarato;

conta piuttosto quante volte non te l’ho confessato.

È questo il numero di volte che l’ho ingoiato,

per intero, dalla prima all’ultima lettera,

senza che tu potessi percepirne l’esistenza.

Come scordare la tua prima volta…

Come scordare la mia unica.

Fare l’amore e dire “amore, ti amo”.

Togliermi il respiro

e lasciarmi sulla lingua

una sola frase di simmetria dei sentimenti:

anch’io, anch’io.

Udirti fu come riflettermi in te,

ma il maremoto interiore che mi si scatenò in corpo

mi paralizzò bocca e senno,

prosciugandomi di ogni risposta

degna della sua dichiarazione.

Eppure lo sento, sai,

e trasformo quelle parole

in gesti, sospiri, pietanze, poesie.

Tocchi, baci, spinte, fantasie.

Attese. Biglietti del treno.

“Tu mi fissi”, mi dicesti stupito una volta,

“quando non ti guardo, tu mi fissi”.

Ti fisso per imprimere su di te

l’astrazione delle parole pensate,

perché specchiandoti tu le possa leggere.

Ma hai ragione, amore.

Per quanto la tua voce abbia suoni celestiali,

dovrei e vorrei interrompere tale idillio

intervallando la tua tacita lettura dei miei messaggi in codice

con un sonoro intreccio di lettere.

È la paura insensata di tremare troppo

ad avermi cucito le labbra sino ad ora.


Ce lo siamo sempre detti nudi,

perciò ora mi toglierò i vestiti e ti chiamerò.

Ho bisogno di dirtelo senza che sia di risposta.

Amore,

ti amo.

About these ads

52 Risposte to “54. “Un sonoro intreccio di lettere””

  1. come sempre bellissima! un abbraccio

  2. Claudio's said

    Splendidamente densa d’Amore!!
    Un cordialissimo saluto

    C.

  3. Intensa ed emozionante, molto bella cara Paola, buona giornata!

    • Ti ringrazio di cuore.
      Hai ragione, è emozionante rendersi conto di certi sentimenti… sarà per questo che spesso è difficile esprimerli… (;

      Buona serata a te e… dolce notte! (;

  4. Soul said

    Che dolce che sei……ti mando amichevolmente tanti cari saluti.
    Un abbraccio e buon tutto Paola.
    Ciro.

  5. Nyno said

    Tu regali emozioni…
    un abbraccio…

    Nyno

  6. Rebecca o semplicemente Pif said

    Anche mio marito mi dice raramente “ti amo”.. e non mi serve che me lo dici.. perche lui me lo mostra con le sue azzioni…
    bella poesia i miei complimenti Pif

    • Alla fine l’amore va dimostrato. Concordo pienamente. I gesti, le azioni, la concretezza sono il veicolo migliore per farlo. Però a parole, a voce, è splendido tanto a dirlo quanto a sentirselo dire…
      La cosa fondamentale è dirlo con cognizione di causa. Una tale bellezza non va sprecata.
      Comunque ogni coppia è a sé stante, se tuo marito non te lo dice non significa che non lo prova. Io, di mio, l’ho detto una sola volta, ma l’avrei voluto dire come minimo mille volte…
      Perciò ora mi riprometto di combattere la timidezza e dirlo, tutte le volte che voglio… o quasi… (;

      Un bacione!

  7. Deborath said

    Mi hai fatto commuovere, è bellissima questa tua semplicità nell’esprimere tutto quello che, in realtà, è inesprimibile…
    Buona giornata, Paola…

    • Dolcissima amica, hai colto in pieno il punto della poesia. Ti ringrazio sinceramente! L’hai detto meglio tu in questo commento che io nell’intera poesia…
      Certi sentimenti sono talmente belli e grandi che quasi risultano inesprimibili… Poi qualcuno ha inventato quelle splendide due parole di cui tutti gli innamorati si appropriano per veicolare i propri sentimenti, e la trasformazione dell’emozione in affermazione si è fatta leggermente più facile… Il problema che rimane è vincere la timidezza. Ma con una solida base da parte dell’altro, all’interno della coppia, si può superare…
      Io ho deciso che lo farò. (:

      Un bacio grande e un abbraccio, tesoro!

  8. altrove76 said

    che bello dirlo a voce alta… urlata…
    che bella sei tu nel dirlo.
    Complimenti dolce donna.

  9. mauri53 said

    quello che dicono gli occhi è inesprimibile …hanno scritto milioni di parole ma non esprimono che la minima parte…gli occhi vincono la riservatezza
    un sorriso

  10. tuttoilcontrariodime said

    Per la capacità di racconto e di poesia che possiedi potresti anche scrivere un romanzo!

    • Magari, sai! Sarebbe divertente… Solo che non mi ci addentro neanche… mi sentirei in colpa verso chi è davvero in grado di farlo. Ci sono così tanti scrittori e così pochi lettori, ormai…

      Grazie del pensiero, però! (:

      Un bacio!

  11. Raul111 said

    restano però anche cose non dette,
    quelle valgono ancora di più.
    Ciao.

  12. sandaras said

    Ciao cara Paola,
    week-end colorato e fantastico
    per te, tutto il meglio di essere con te,
    godere di questo tempo meraviglioso
    con tutti i sensi …….un bacio
    ***************** Sandra ****************

  13. CIAO PAOLA, BELLO CIÓ CHE SCRIVI.. TI MANDO UN’ABBRACCIO DALLA SVEZIA… :)

    • Grazie di cuore, Anna!
      Ma raccontami, sei un’italiana che vive in Svezia? (:

      Un bacio!

      • Si, sono italiana, precisamente abruzzese.. Per amore sono qui… Sono sposata con uno svedese… Ho due figli.. e vivo qui dal 1994.. Dopo il matrimonio in Italia mi sono trasferita.. e pensare che nn ero nemmeno arrivata fino a Roma.. Adesso per vedere i miei tutti gli anni devo prendere l’aereo… Qui il paesaggio e molto bello, ma a me manca il sole e il cibo genuino.. :) Scusami se mi sono dilungata… E tu che mi racconti di te?Cosa fai nella vita?Ti auguro un buon inizio di settimana..

        • Cara Anna,

          per me è un piacere aver ricevuto una tua risposta! La tua storia mi affascina. Anch’io vivo un amore a distanza… il tuo è un tema che mi sta molto a cuore, anche per ragioni personali. Ammiro chi è in grado di fare certe scelte, nonostante tutto, nonostante tutti. Immagino la difficoltà di lasciare addirittura il tuo paese (il mio ragazzo e io abbiamo “solo” qualche regione di mezzo, e la nostra distanza va dalla città della moda alla città eterna), ma voglio pensare alle cose belle che hai guadagnato: una nuova lingua, nuovi paesaggi, nuove abitudini, nuovi amici. Certo, quello che ci si lascia alle spalle non viene cancellato, ma è inutile mentire: una parte di te non è con te. Però, se fossi rimasta qui, avresti perso una parte di te ancora più grande e profonda, quindi ci hai guadagnato, eccome. Uno dei due doveva fare questo passo, quindi complimenti per aver avuto il coraggio di essere tu quella persona. Come si sta in Svezia, amore a parte? Non ci sono mai stata, ma spero un giorno di avere la fortuna e la possibilità di visitare tanti luoghi per ora mai visti.

          Io studio all’università, studio inglese e francese (ma la mia vera passione è l’inglese). Spero di trovare un lavoro in questo campo, anche se ultimamente lo studio mi va un po’ stretto… avrei voglia di lavorare e guadagnare i miei soldi mensilmente, se non altro per avere la certezza di poter essere libera nel vedere il mio ragazzo quando voglio. E poi è una vita intera che studio, e coi tempi che corrono qualche soldo tutto mio non mi farebbe schifo. Vedremo che combinerò… (;

          In bocca al lupo per tutto. Scrivimi, se ti va, io sono curiosissima di sapere di te.

          Un bacio!

          • Ciao cara Paola, non sai quando mi rendi felice con le tue risposte.. Sono contenta di averti conosciuto.. Per caso sono entrata sulla tua splendida pagina.. Grazie delle tue splendide parole e anche per avermi fatto ricordare il mio passato le mie origini.. Quelle le tengo care.. Anche vivendo in un paese dove le cose funzionano e si sta bene, nel mio cuore l’Italia c’é sempre. Anche con i suoi problemi e questi brutti avvenimenti che stanno succedendo.. Adoro scrivere in italiano.. sai vivendo in un paese straniero l’italiano lo si dimentica.. Si dimenticano le parole.. Io nn voglio dimenticare l’italiano.. Voglio parlarlo e scriverlo quando mié possibile..Poi tu che studi le lingue ne sai qualcosa.. E bello poter cambiare da una lingua all’altra senza difficoltá.. Io ho imparato lo svedese… ma é una lingua abbastanza difficile.. Ma alla fine ci sono riuscita.. Ma certe pronunce ho difficolta ancora.. Che dirti della Svezia, é da vedere e chi viene qui ama questo posto..Anche se gli inverni sono rigidi cci si abbitua.. Poi qui é tutto tranquillo, se vuoi rilassarti e stare in pace qui la trovi.. :) Se nn si hanno figli.. :D Ho un figlio di 14 anni e questa é un etá critica.. Spero che passi presto.. Di questi tempi é difficile fare il genitore.. Spero che anche tu riuscirai a trovare un lavoro, almeno pensi a te.. Io ho lavorato in una scuola serale ho insegnato l’italiano agli svedesi.. poi ho avuto i figli e ho di nuovo fatto corsi serali ma questa volta di cucina italiana.. Era bello insegnare i miei trucchi le mie ricette agli svedesi.. L’unico problema era che dovevo lavorare i fine settimana e mio marito lavorando anche all’estero ho dovuto smettere..Volevo stare con i miei figli.. Poi i soldi erano molto pochi… Ho un sogno quello di aprire un’attivitá tutta mia fare cucina italiana o a domicilio oppure a casa via ordinazioni. gia ho un proggetto.. ma ci vuole per realizzarlo.. Penso che quello che ho in mente mi farebe guadagnare anche se devo lavorare molto.. Questo nn mi spaventa.. Poi ti capisco quando dici che anche tu hai l’amore lontano.. Vero e brutto stare lontano da chi ami.. Io e mio marito ne escogitavamo una dopo altra :) pensa che ci scrivevamo tante lettere a mano..Ai nostri tempi nn c’era amcora tutta questa tecnologia.. l’unico mezzo era il telefono.. ti ricorddi quello con la rotella :) Tra lettere e telefonate.. telefonava lui peró visto che io nn avendo un lavoro.. la nostra storia e bella, a volte penso chee se nn fosse entrato in quella cartolineria a comprarsi quel gionalino con il mio indirizzo dentro adesso nn stavo qui a scriverti.. :) ti racconteró com’é andata un giorno.. Non so se tu hai facebook.. mi farebbe piacere essere tua amica e magari scriverci in privato.. :) Ne sarei felice.. Adesso ti lascio e ti auguro tutto il bene possibile.. ti mando un forte abbraccio e bacio.

  14. Pau said

    Gli ignoti dei che governano il loro cuore, di chi amiamo. Che bella confessione. :)

  15. sandaras said

    Ciao cara Paola,
    possa la nuova settimana porterà sole,
    felicità e gioia per te,
    Io sono dalla Germania ….
    abbracci … Sandra

    • Thank you so much! You too, have a great week (:
      Unfortunately I’m not that good at German… actually I only know a couple of words… But I think it’s a beautiful language, it sounds lovely!
      Thanks for writing.

      Un abbraccio anche a te! :*

  16. non servono le paroel per dire “ti amo”, è uno stato di coscienza

  17. …senza parole…stupenda…!

  18. bianca said

    Reblogged this on essenza and commented:
    bellissima…..

  19. [...] 54. "Un sonoro intreccio di lettere". [...]

  20. [...] Reblogged from poemonapage: [...]

  21. [...] Reblogged from poemonapage: [...]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: