58. “Un codardo”

5 agosto 2012

Hai osato rendermi felice

e poi sputare sulla mia felicità.

Hai osato lamentarti dei ti amo non detti

e poi abbandonarmi senza parole.

Grazie per avermi fermato in tempo.

Lasciare la carta da lettere dentro la busta,

e la lettera stessa incompiuta.

Scrivevo con una penna così sincera

da non meritare la tua vista.

Scrivevo di una settimana passata a guardarti

e a volertelo dire in mille momenti.

Poeticità fatalmente spezzata dalla tua lunga assenza.

E le parole mai dette sono rimaste mai scritte.

Ben venga la loro inesistenza,

pregnante come la tua bassezza d’animo.

Non sono triste che tu ora stia con lei.

Sono felice che tu ora non stia con me.

Come potrei rimpiangere lo squallore

con cui hai rinnegato il nostro legame?

L’infantile meschinità con cui hai posto fine a tutto?

Dirmi amore, e vomitarmi addosso.

Dirmi ti scriverò, e lasciarmi a labbra secche.

Arido è il tuo cuore, approfittatore di valore altrui.

Non solo ti sarebbe risultato difficile essere uomo.

Addirittura ti sarebbe risultato difficile

essere una persona umana.

E dato che far di conto è una tua dote,

dedurrai meglio di me quanto hai perso a entrambe le sfide.

Saccente nel condannare chi abbandona i cani,

mi hai scaricata peggio di un animale.

Codardo a non comunicarmelo a voce,

hai trovato mezzucci di comodo,

senza avere il fegato di un confronto verbale.

Congratulazioni per questa fiera dell’ovvietà.

E poiché mi hai negato di parlarti, insultarti e maledirti,

sappi che non vorrò mai più ricordarmi di te.

Se prima il tuo silenzio mi ha uccisa,

ho poi capito che è prerogativa dei morti.

E tu hai dato chiari segnali di voler essere questo.

Lasciarmi di fronte a tutti tranne che a me

non mi ha fatto cadere inerme e priva di vita.

No, ha piuttosto segnato la tua stessa condanna a morte.

Perciò, da oggi, tu per me

sei solo un fantasma delle mie passate illusioni.

Un defunto da non resuscitare.

E se pensi che questa poesia sia per te

non hai capito niente.

Questa poesia è tutta per me.

 Non vali neanche più una poesia su una pagina.

Solo un titolo,

questo è quello che tu sei.

About these ads

40 Risposte to “58. “Un codardo””

  1. aww.
    nonostante sia palpabile il dolore dell’amor perduto
    è bello scorgere così tanta forza e determinazione.
    è nitido il punto messo.
    ora bisogna solo andare a capo.
    Un saluto.

    • Grazie, splendida donna.

      Davvero, ti ringrazio perché hai colto perfettamente il significato che volevo trasmettere.
      Chi ama soffre. Ma talvolta il disgusto è talmente forte da fungere da migliore medicina.

      Un caro saluto a te!

      • i agree.
        detestare, qualche volta, aiuta. ad allontanarsi e a camminare senza voltarsi.
        poi il tempo passa e si può finalmente filtrare. e raccogliere i dolci frammenti di un amore vissuto; da mettere in una cornice tra i ricordi.
        ma prima di conservare bisogna superare.
        e per superare bisogna mantenere la consapevolezza che non ci meritiamo tanto dolore.
        L’amore dovrebbe fare bene. non male.

        • Concordo su tutta la linea, se non sul detestare.

          Io non detesto. Io provo disgusto per certi dettagli per nulla insignificanti. Ma non spreco ulteriori energie nell’odio.
          Onestamente credo non ne valga la pena.

          Poi ripeto, su tutto il resto I agree with you! (;

          Grazie mille per la tua attenta lettura!
          Un bacione.

  2. Una donna che sa amare cisì tanto è una donna forte.
    E con tuto il dolore provato, sa andare avanti. Un bagaglio ricco e pesante fi tutto saprà trascinarlo non con poca fatica.
    A me è stato detto ! non ti meritava”, magra consolazione ma alla fine la più vera.Io lo giro a te.
    Si volta pagina, è dura ma ce la possiamo fare. la delusione , il rammarico ,l’abbandono, il silenzio giocheranno un ruolo fondamentale per far si che tutto scivoli nell’ultimo cassetto destinato alle cose da dimenticare.
    E venchè non dimenticheremo mai…perchè così è, farà sempre meno male. E’ questo il ruolo di quel cassetto.un giorno aprendolo ti accorgerai che non fa più male e ti sentirai guarita.
    dare tempo al tempo è una buona medicina. Usala con parsimonia.
    Non dare modo a nessuno di feriti così tanto. Mai più.

    In questo momento ti sento così piccola ma tanto grande da vedere un sorriso dentro te…ed è un ottimo segno.
    Un bacio paola, immenso come TE.
    vento

    • Tu sei immensa, dolcissima vento!

      Ho letto il commento tutto d’un fiato e ti ho davvero amata.
      Sono felice di aver sofferto perché significa che sono VIVA. Tutta questa vita che ho dentro la utilizzo per riprendermi la mia preziosissima esistenza e per non permettere più a nessuno di guardarla dall’alto verso il basso – come se io fossi meno di colui che mi osserva.

      Chi ti tradisce non ti merita, è verissimo. E non è una consolazione, bensì un dato di fatto.

      Stasera, questa storia vissuta benissimo e finita nel più infimo e squallido dei modi, non mi sta più schiacciando. Diversamente dalle previsioni, mi sta donando l’autostima che non ho mai avuto. Se non altro perché, in confronto a certi atti di davvero basso livello, io risalto con fin troppa facilità.

      Un abbraccio forte
      e grazie di cuore per essere passata e avermi onorato del tuo (per me) importante parere.

      Con affetto.

  3. Fasix said

    Un abbraccio Paola, buona domenica, Fa.

  4. lois said

    La determinazione (già acclarata di donnasenzagonna) è forte ed appare in tutto il suo orgoglio di donna ferita. Ci sono dei monenti in cui sono l’amor proprio e la presa di coscienza, ci rendono consapevoli del nostro essere. Quando le storie finiscono, crollano delle fondamenta, ma solo in quel momento poi ti rendi conto che forse erano fatte di acqua e sabbia e non avrebbero mai retto.

    • Sottolineo il tuo commento! Soprattutto quando dici che in questi momenti prendiamo coscienza di noi stessi e del nostro valore.

      Prima l’amor proprio, poi (eventualmente) l’amore per un altro. Questa è la lezione che ho imparato.

      Grazie di cuore per il passaggio.
      Un bacione!

  5. Harielle said

    Ho letto i tuoi versi, ritrovando i miei stessi sentimenti di qualche mese fa, per questo esprimo la mia solidarietà e aggiungo che, con il senno di poi, per fortuna ripreso sulla luna dopo un po’, certi allontanamenti sono una grazia e non una perdita.
    Un abbraccio,
    Harielle

    • Dolce Harielle, ti sono vicina. Il tuo senno ritrovato è fonte di ispirazione anche per me. Grazie per il tuo sostegno! Ti comunico che dopo questa sera posso definirmi libera dal tormento. Io mi ricorderò dell’amore, ma l’amore non si ricorderà di lui.

      Un bacione!

  6. Bella, determinata e realista…….purtroppo la maggioranza degli uomini, nonostante si spaccino per forti, sono deboli ed evitano il confronto…..non sono nemmeno in grado di dire che è finita…..
    Comunque il risultato è, come dici tu, il disgusto, e questo aiuta a voltare pagina in via definitiva. Buona domenica Paola!

    • Cara Silvia, proprio così!
      Io non volterò pagina. Io cambierò direttamente libro!
      Passerò a una letteratura un po’ più profonda, direi.

      La mia ingenuità verso il mondo maschile è stata duramente messa alla prova, e temo per lei che sia stata sconfitta: quando apri gli occhi (o te li fanno aprire) rischiare di chiuderli ancora è davvero sciocco.

      Non pensavo fosse questione di sesso, ma di maturità mentale. Immagino ora che le due cose non siano sempre così differenti.

      Un bacione!

  7. Drimer said

    Potrei sembrare di parte, donne contro uomini e viceversa, no. Dico solo che nella vita capita di incontrare persone mascherate, qualche volta capiamo o intuiamo in tempo i loro reali obiettivi e altre volte no, perchè sono stati più furbi ossia più meschini; sono coloro che in qualsiasi contesto non si assumono mai le proprie responsabilità.
    Comunque vorrei augurarti delle buone ferie e di stare serena, tutto passa, questo è solo un momento di tanti…ci vogliono anche questi per vivere meglio i prossimi.

    Lo so non siamo uguali, per me vale il detto “meglio il silenzio a mille parole ormai senza senso”.
    Ti lascio un sorriso :-)
    Ciao

    • Carissimo, io comprendo il tuo punto di vista e lo condivido parzialmente. Credo che ogni situazione sia a sé stante, e ti assicuro che in questa il silenzio non era affatto da gentiluomo, ma da vigliacco.

      La razionalità sta sempre di più impossessandosi di me, e io sto sempre meglio, anche se la ferita è fresca. Talvolta notare il bruciato ti permette di poter assaggiare la parte migliore, ossia il resto.

      Grazie per le parole. Devo dire che mi ritengo estremamente fortunata perché, anche se ho subito un abbandono, ho trovato e ritrovato tanto altro affetto.

      Un bacio!

  8. Per certe persone non vale proprio la pena sprecare tempo e parole.
    Di fortissimo impatto la poesia, complimenti.
    Un abbraccio

    Scrutatrice

    • Concordo, bella Scrutatrice.
      Se certe persone sputano metaforicamente su quanto hanno vissuto, io ciò che ho vissuto lo sputo fuori nelle poesie. E mi sento di gran lunga meglio.

      Un bacione!
      Grazie mille di esserci.

  9. luli118961 said

    Ciao, ti mando questo indirizzo di blog, per far sapere a te ed altri amici dei blog che questa signorina Erika dal Bello, ha copiato per intero il mio blog “La radura nel bosco incantato” … Luli

    http://www.123homepage.it/ErikaDalBello/68552586

  10. Finalmente, mi sono detto. Dopo vari blog che ho visitato su WordPress, in questo sono riuscito a soffermarmi e andare oltre i primi tre versi, ed è un record personale. La tua scrittura è semplice, immediata, ma non per questo banale. Credo che siano due prerogative necessarie affinché ci si possa identificare in ciò che viene scritto. Mi piacciono molto queste tue “canzoni senza musica”, e come le canzoni appunto, le tue parole rimangono impresse nella mente.
    Complimenti davvero.

    Antonio

    • Carissimo Antonio,

      ti ringrazio sinceramente per il tuo gentilissimo commento. Per me riceve un apprezzamento simile è un onore. Soprattutto, è un onore essere capita. Veicolare un messaggio in maniera chiara e senza troppi ghirigori è proprio quello che voglio. Scrivo fondamentalmente per me stessa, e poi qualcosa finisce per essere pubblicato. Ricevere un simile feedback è per me tantissimo, considerando il fatto che ho questo blog per puro piacere. E perché è un po’ un pezzetto di anima. Non è facile mettersi a nudo, ma quando ci si riesce è davvero catartico.

      Belle o brutte che siano, le mie parole provengono sempre dalle mie viscere, e quando vengono accolte come hai fatto tu, è un po’ come essere davvero ascoltata.

      Un bacione!
      E a prestissimo sulle tue pagine!

      • Ps: non riesco ad accedere al tuo blog ):

          • P.S. Perdona l’ennesimo commento XD Volevo chiederti un consiglio, se puoi darmelo ovviamente =) Arrivo al punto. Non riesco a pubblicizzare il mio blog, e il tuo vedo che è molto seguito…magari sbaglio io coi tag o altre storie simili, non saprei proprio. Puoi consigliarmi qualcosa? Ce l’ho da diversi mesi, eppure mi sembra d’essere come la particella di sodio…”c’è nessunooooo?” XD

            • Ciao carissimo, perdona la mia assenza, ma sono in vacanza e passo poco tempo al computer. Mi serve proprio staccare un po’ da tutto…

              Il tuo blog è bellissimo, mi piace davvero tanto! Complimenti. Appena potrò me lo guarderò meglio perché mi interessa sinceramente. Merita di diventare più conosciuto, in effetti! (:

              Guarda, il mio blog è frequentato, ma neanche tanto, credimi. Ci sono blog molto più visitati del mio. Onestamente non faccio molto per “pubblicizzarmi”, ormai ho quella cerchia di “amici blogger” che sono gentili con me e che leggono i miei pensieri, come io faccio con loro (anche se spesso manco da queste pagine, per un motivo o per l’altro). Io ti consiglio semplicemente di visitare i blog che più ti piacciono. Sicuramente lo scambio sarà equivalente! (:

              Un bacione
              e in bocca al lupo per tutto.
              Spero di ritrovarti qui e “a casa tua”! (:

  11. Ciao cara Paola.. Ora sono a casa in Svezia e ho letto questo post….Ti sono vicina… Poi in un certo senso mi sento come te… Dopo la lettera per riprendere l’amicizia di quella persona a cui tenevo, nulla solo silenzio… Pensare che ho scritto dopo anni e nn lo facevo piú… Io scrivo a mano solo quando tengo tanto ad una persona.. Scrivere con il cuore e nn scalfire per niente il suo di cuore… Mi chiedo solo che persona era.. era solo un illusione, una mia fantasia.. E diceva che era un’errore perdermi… La vita va avanti anche se fa male… Se nn ci tenessi nn piangerei ora… Spero che tu stia meglio…Ti mando un’abbraccio e bacio.. quando vuoi scrivimi su facebook.. E sempre un piacere leggerti.. a presto cara
    Anna…

    • Dolcissima Anna,
      certo che ti scriverò. Anzi, mi dispiace non essere ancora riuscita a farlo. Avrei voluto confortarti, darti il mio umile parere, raccontarti ancora di me. Quel pezzo della mia vita, di cui ti ho narrato quasi solo l’inizio, è ormai (già) finito. Non per mia decisione, ma è andata così. A questo punto ho anche finito le lacrime. Come dici tu, la vita continua, e sono sempre più certa che chi non ci rispetta non merita la nostra presenza. Costoro talvolta si auto-eliminano, e credimi, a lungo andare si capisce che è meglio così. Chi ti dà silenzio non merita più neanche il soffio di una parola sussurrata. Certo, la tua e la mia situazione differiscono un po’, e ora non voglio gettare tutto nello stesso calderone, però in linea di massima posso dirti che se lui continuerà a tacere, significa che è giusto che tu conservi le tue preziose parole per qualcun altro. Hai fatto il tuo tentativo, ed è da apprezzare. Ma non andare oltre. Credo che chi ti vuole, ti cerchi. Chi scompare lo fa o perché non ha parole per te o perché non ha il coraggio di parlarti. Considerato quello che si è vissuto, nel primo caso lui è un ipocrita. Nel secondo, un vigliacco.
      E noi meritiamo qualcuno che ci faccia splendere. Non qualcuno che non vede (o non vuole vedere) la nostra luce.

      Un affettuoso saluto!
      Ti scriverò in altre sedi (;

      • Anonimo said

        Ciao cara Paola, non preoccuparti siamo vicine ugualmente… :) Qui e su facebook non importa… bastano anche poche parole.. :) Sono molto felice di averti incontrata in questo mondo virtuale.. Ma io nn vedo il virtuale qui.. ci sono emozioni e a volte mi sembra di percepire come si sente altra persona.. Non so a volte mi reputo strana una che sente ció che prova un’altra persona che nemmeno conosce e a visto.. Vero la vita continua con o senza di loro.. Per te ti auguro di incontrare una persona degna questa volta.. Una che come dici tu veda la tua luminositá e che ti faccia splendere ancora di piú.. bella la frase che hai scritto ” Chi ti dà silenzio non merita più neanche il soffio di una parola sussurrata” Giusto.. nemmeno una parola di piú.. Ero convinta che qualcosa avrebbe fatto.. non so.. Ma a volte penso che quella lettera nn sia mai arrivata.. Chissá… Non lo sapró mai.. ma ci ho messo l’anima… E le mie parole non hanno nemmeno sfiorata la sua di anima.. Mi chiedo che cuore ha… :( Comunque per quanto riguarda te, non farti togliere il sorriso da nessuno.. Devi ridere anche se so che é difficile.. Poi nn so se gli uomini nn abbiano coraggio loro nn sono come noi.. Noi parliamo ma loro nn son capaci nemmeno a dire vai a quel paese.. A volte preferirei un vaffa al silenzio… Ma lui é fatto cosi… Puó anche parlarmi all’improvviso… un giorno chissá.. Ma non so se io gli vorro parlare….. Spero solo che qualcosa succeda che sparisca o che torni come quell’amico che mi é stato vicino nei momenti piú difficili… Non chiedo la luna… solo e semplicemente pura amicizia… Ma sembra che e difficile essermi amico.. Scusami se mi sono dilungata.. Ti auguro tutto il bene possibile.. e splendi e sorridi.. mi raccomando.. A presto cara amica.. un’abbraccio :)

  12. AmyCrania said

    Mi piace un sacco quel che hai scritto.. Tutte le parole si combinano alla perfezione..
    .Amy.

  13. E’ un testo magnifico, l’ho letto e l’ho percepito sempre più come qualcosa che mi apparteneva. Un dolore e un’amarezza condivisa.

    Grazie mille per la testimonianza di determinazione e forza d’animo che ci hai dato.
    Buona giornata.

    Silvia.

    • La stessa determinazione e la stessa forza d’animo che avrai provato tu col tuo personale “codardo”.

      Noi donne siamo forti. Possiamo anche venire calpestate, ma siamo in grado di rialzarci e di stare meglio di prima.
      Alla faccia di chi non si è accorto del nostro valore!

      Un bacione, cara Silvia, e grazie di cuore per aver condiviso tu, con me, la tua esperienza emotiva.

      :*

  14. icittadiniprimaditutto said

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  15. Tanek™ said

    “Saccente nel condannare chi abbandona i cani,
    mi hai scaricata peggio di un animale.”
    Versi fortissimi che mi colpiscono in maniera particolare, hai evidenziato ipocrisia in un aspetto su cui non mi ero mai soffermato. Ed è in effetti un’ipocrisia enorme.
    Mi hai colpito talmente tanto che probabilmente finirò per scrivere un post al riguardo, anche se forse non sarebbe il caso di rivangare certe cose. (Non fraintendermi, non ho intenzione di copiare questi tuoi versi ma di usarli come spunto per una riflessione.)

    Un saluto e complimenti davvero per la poesia :)

    • Ma figurati, caro amico! Non si tratterebbe affatto di “copiare”, lo so (:
      Davanti alla stessa immagine ognuno di noi ha un modo tutto proprio di guardare, e quel modo è così unico da non risultare mai una copia dell’immagine stessa. Quindi prendi tutti gli spunti che vuoi, per me è solo un grande onore. (:

      Hai ragione, ho voluto sottolineare l’ipocrisia di un simile pensiero. E, in effetti, la poesia intera è permeata dal disprezzo per l’ipocrisia. Grazie a te per avermelo fatto notare. Implicitamente, questo era quello che volevo comunicare, e il fatto che tu l’abbia notato mi dà una gioia inaspettata.

      Sarò supercuriosa di leggere il tuo nuovo post, se lo scriverai (ovviamente non devi sentirti in obbligo, leggerò l’articolo indipendentemente dall’argomento che sceglierai). Anzi, ti posso chiedere un favore? Dato che mi perdo facilmente, non è che potresti linkarmelo qui sotto, una volta pubblicato? Sarebbe più semplice, per me, recuperarlo (:

      Un bacione e grazie di tutto!

      • Eunice said

        Bella questa poesia, quanto dura e realistica. Così quotidiana da impersonare donne che ogni giorno si lasciano amare e quando lo fanno con tutte sé stessem spesso dopo non immediata o difficile decisione, ecco che “lui” fa vigliaccamente marcia inietro.
        Sempre meglio aspettare il più possibile e chiarire prima i punti più critici d’un rapporto. Certo spesso impossibile, perché non ci si conosce mai sempre a fondo, ma le esperienze hanno bisogno di tempo e spazio, e prove, e sicuramente insegnano! Ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: