62. “Soffione”

22 settembre 2012

Ti penso a gambe aperte.

Questo è omicidio preterintenzionale, ragazzo.

Lascio che l’aria lenisca il caldo

e non aprire la porta

mi porta a quest’ermetica chiusura.

Sigillo il senso di lontananza sotto vuoto

e ti faccio venire qui vicino.

Si sta bene senza preoccupazioni.

Troppo spesso chiusa in questa stanza

per avere aspirazioni.

Ne ho soffiata via una di proposito,

dopo averla già persa,

perché è giusto celebrare chi sceglie di andare.

E così ho chiesto ai petali di un soffione qualunque

di seguire il vento

e di non lasciare mai solo il mio abbandono.

Quanto mi resta è ancora qua, tra le mani:

un gambo secco

che non ha la dignità della vita.

Pare quasi come costringere un ricordo

a prendere la forma del futuro:

pura opera da prestigiatori.

Ma se diverrò io stessa

l’artefice della presunta magia

potrò forse passare

dalla misera illusa che sono

all’essere un giorno l’illusionista.

.
.
.
[Questa è la prima di tre poesie che viaggiano sulla stessa lunghezza d'onda]
About these ads

20 Risposte to “62. “Soffione””

  1. Stupenda, buon fine settimana Paola! :)

  2. Molto bella. Possa l’illusione trasformarsi e prendere la forma del desiderio forte e caldo come le immagini che susciti

    • Ti ringrazio per l’augurio… se si avvererà ti penserò (:

      Ma la mia disposizione d’animo, a riguardo, è molto bipolare… talvolta credo che tutto possa essere colorato, talvolta mi lascio prendere dalla mancanza di luce. Ma c’est la vie. Nulla di più scontato, eppure nulla di più vero.

      (;

      Un bacione :*

  3. L’illusionista gioca pur sempre con le illusioni… Aspira a cambiare realmente ed effettivamente il futuro. Vedrai che i ricordi non interverranno più a dire la loro :)

    • Dolce Scrutatrice,

      grazie per aver puntualizzato ciò. Hai ragione, mai lasciarsi trascinare dagli eventi. Mai illudere o illudersi. Ma fare, concretamente. Mettere le mani nel fango, non avere paura di sporcarsi. Toccare la materia prima, talvolta, fa capire la consistenza di ciò che è stato costruito.

      Un bacione! :*

  4. come sempre una bellissima poesia…..buona domenica carissima

  5. felizberto said

    Illusionisti si nasce… se lo diventi potresti non aver talento nell’illudere al meglio qualcun’altro :D Continua a scrivere da illusa che i sentimenti saranno sempre sinceri.
    Complimenti come sempre.

    • Mi fai pensare questo, caro amico: vivere o scrivere? Credo che la scelta (più o meno voluta) di una cosa o dell’altra comporti comunque enormi rinunce.

      Complimenti a te (;

      Un abbraccio e a prestissimo!

  6. poesia che incanta….. ma lascia a riflettere!!!!
    Da levarsi il cappello.
    Son certo che il giorno in cui incarnerai l’illusionista non è lontano.
    Con affetto, un abbraccio.
    C.

  7. la nuova stradanon ti rende meno brava .Si chiama talento .

  8. Rebecca o semplicemente Pif said

    Ciao Paola, bella poesia… i miei complimenti… ti abbraccio Pif

  9. icittadiniprimaditutto said

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: