16. “Lacrime taglienti”

7 ottobre 2011

 

Mi ossessioni.

Queste lacrime taglienti parlano di te.

Mi scivolano dagli occhi sul viso

bruciando un solco sulla mia pelle,

troppo giovane per un tale dolore.

Il mio amore è soffocato da questo silenzio,

mentre io sogno il rumore

percuotere le mie membra

bisognose del tuo tocco.

Toccami l’anima con le dita,

colma la distanza infinita.

Scoprimi per quello che sono,

una folle assuefatta di te.

Ritrova i giorni dell’abbandono

e unisciti a vita a me.

15 Risposte to “16. “Lacrime taglienti””

  1. …i poeti scrivono di notte…
    molto belle le tue poesie…
    sei un personaggio notturno…
    e come tutti i notturni, osservi in profondità.

    notte
    vento

    • Le tue parole sono sempre per nulla scontate e sanno riscaldarmi il cuore…
      Grazie a te per aver guardato in profondità… perché la profondità è anche negli occhi (e nell’animo) di chi guarda.

      Buona notte a te, poetessa!

  2. “Scoprimi per quello che sono,

    una folle assuefatta di te.

    Ritrova i giorni dell’abbandono

    e unisciti a vita a me….”

    davvero molto bella la chiusa di questa poesia…

  3. sonoqui said

    Desiderio, preghiera, sogno , invocazione.
    Tutto è sublime quando l’amore ci sfiora
    Vita con vita, eterna esplorazione dei Sentimenti

    Complimenti davvero
    Un abbraccio
    Gina

  4. midnightbright said

    L’amore e’ una lunga nota che accorda due anime e con la sua vibrazione annulla ogni distanza. I loro cuori sono la chiave che lo rende musica

  5. complimenti! Parole davvero cariche di “folle” passione: sono sentimenti reali; io li ho provati, con tutto il carico di sofferenza che si portano dietro. Ma ormai è un ricordo troppo lontano….

    • Cara Lisboantigua (tra l’altro, che bel nome!),
      so che mi capisci…
      Scrivo perché ho bisogno di liberarmi dalla sofferenza. Non ho pretese poetiche, non mi sento nessuno. Però scrivere mi dono conforto…
      La sofferenza d’amore è spesso sottovalutata. Spesso essa viene sbeffeggiata da chi non ha mai amato. Poco male…

      Mi dispiace leggere un po’ di tristezza nelle tue parole…
      e quel “troppo” che hai usato (il termine stesso, intendo) è un chiaro indizio di sofferenza…

      Ti abbraccio.

  6. zebachetti said

    rimango colpito dalle tue profondità sei brava buona giornata un caro abbraccio

  7. miki said

    Solo chi ha provato sulla propria pelle riesce ad esprimere certe sensazioni, trasmettendo al lettore piccole emozioni che viaggiano nel tempo…almeno da parte mia… Bravissima

    • Bravissima a te che hai “sprecato” qualche minuto del tuo prezioso tempo per me ;)
      Mi piacerebbe saperne di più sul tuo “viaggio nel tempo”… :)
      che ne dici?

      Un bacio!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: