17. “La pazienza della passione”

11 ottobre 2011


Stasera ti ho intravisto nel gelo della neve.

E come al solito, mi servo di tutti i miei sensi

per rivivere il tuo splendore speciale.

Ti sfioro la voce, ti gusto la pelle.

Ascolto il tuo sapore di compositore maledetto,

odo il tremore che mi palpita nel petto.

E’ raggelante la mia insistenza a questa ossessione.

E’ deprimente la pazienza della passione.

Che esplode al sol nominare il tuo nome,

ma attende incomprensibilmente una tua dichiarazione.

Nulla sa essere univoco quando si tratta di me:

sono costretta ad amare con odio,

sono condotta a respingere con amore.

E in questa lotta a chi è il primo a morire,

è il mio senno già debole che rischia di perire.

S’arranca saggio nelle parole delle amiche,

si violenta adagio in memorie antiche.

Ricordandomi di te, scordo di vivere per me.

Ancorandomi a te, ignoro di affogare a ogni “se”.

 

24 Risposte to “17. “La pazienza della passione””

  1. Ti seguo da poco ma come sai descrivere tu i tormenti della passione …pochi!
    Davvero complimenti…

    • Ma grazie…!
      Sei la gentilezza in persona (ma sottoforma di blog, ihih!) :)
      Non posso che farti notare quanto il tuo blog sia affascinante, invece…
      Complimenti a te!

      Un bacio.

  2. DISTRATTA said

    Alchimia devstante di passione e poesia.

    DIS.

  3. ..passione e oltre.
    ..lo vedi che sei te la poeta?
    sei brava,davvero.

    buona giornata.
    vento

    • Ciao carissima vento!
      scusa se non sono mai tempestiva nelle risposte! purtroppo non posso dedicare tutto il tempo che vorrei a questo spazio così piacevole da frequentare… però io leggo e rispondo sempre, prima o poi :)
      Sei sempre un amore nei tuoi commenti. Sei troppo gentile, ma se me lo dici tu che sei una maestra del genere, lo prendo come un grande complimento.

      Un bacione!

  4. Giona Ghimenti said

    Un pulsare istintivo, una lotta eterna descritta con chiarezza e abilità!
    Molto bella, complimenti!

    Ps. grazie mille per il commento che mi hai fatto, mi ha fatto veramente piacere!

    Un saluto,
    GG

    • Grazie a te per non esserti limitato a leggere il mio commento e per esser passato tra queste pagine.
      Anche a me fa veramente piacere il tuo commento.
      Comunque hai detto bene, è proprio di una “lotta eterna” che si tratta…

      Un saluto affettuoso!

  5. miki said

    Odio i “se”… non mi danno certezze .
    Le tue son parole che solo una persona innamorata puo’ scrivere…Un amore combattuto, questo mi trasmettono le tue parole… Purtroppo amore ed odio camminano sulla stessa onda…

    • E hai percepito perfettamente… grazie per questo tuo forte sentire…
      Ho amato come mai avevo amato prima – peccato però che queste parole, per il momento, siano tutto quello che ho…

  6. annitapoz said

    Le percezioni sensoriali permettono di rivivere lo “splendore speciale” di un amore. Descrivi molto bene, intensamente, con passione. Ciao, Annita

  7. gabriarte said

    quanta sofferenza ci deve essere dopo una passione d’amore come la tua? bellissimi i tuoi versi

  8. Beautiful and very artictic photo. Love the dark silhoutte effect. The words were tender and heart warming. The post lingers in your thoughts like a sweet wonderful memory. Thank you. Have a great day filled with blessings.

    • Thank you for sharing a beautiful comment on your last visit. Every word was moving and shows great appreciation of things. Love the way you chose your words. very affectionate and full of heartfelt emotions. I actually don’t speak Italian . I use the translation feature to read and write back. I do speak both English and Filipino( where I grew up before migrating to the U.S.). Sometimes there are things like photos, art, images that uses one universal language called ” Beauty.” Have a blessed day. Best wishes to you and your family.

  9. passione, dolore, sofferenza, amore…
    quanti sentimenti traspirano dalle tue parole!

    • Grazie mille! Mi fa un immenso piacere la tua visita!
      Scusa se ultimamente non sono passata per le tue pagine, ma sono un po’ incasinata con l’uni.
      Non mancherò di farmi presto un viaggio tra le tue emozioni…
      :)

      Un bacione!

  10. dorotea said

    Si è fatto il silenzio con queste tue parole.

  11. ladyhallim said

    Ho apprezzato immediatamente il tuo modo di scrivere. Cliccato sul fatidico “follow”. Scorso le pagine indugiando laddove catturavi la mia attenzione.
    Lascio poche parole, proprio qui, perché mi hai ricordato una oltrepassata passione.
    “E’ raggelante la mia insistenza a questa ossessione”… ricordo una me stessa intrappolata, un amore ossessivo, idealizzato, autodistruttivo. Ho perso un piccolo pezzo di cuore, in quel tempo. E penso sia ancora lì, raffermo, nella polvere. Ma sai cosa voglio dirti? (benché tu già lo sappia)
    Che oggi, oggi, canto quella canzone a squarcia gola, nella mia camera, ballando da sola, con una spensieratezza che pochi altri momenti mi regalano. Proprio quella canzone.
    Non vuole essere, il mio, un messaggio di speranza. Se ho intuito qualcosa di affine fra il tuo e il mio pensiero…allora so che scavi l’ispirazione nella tua stessa sofferenza. E non è la speranza che cerchi.

    Un saluto e un abbraccio virtuale.
    El.

    • Carissima El.,

      perdonami se non rispondo in tempo reale. Con un po’ di ritardo, ma ci sono. :)

      Grazie per aver cliccato il fatidico tasto… è un onore essere “seguita” da te. E poi hai ragione, siamo affini noi due… nella mia tristezza mi sono sempre trovata bene, forse. Ho sempre voluto scacciarla, certo, ma essendo stata una forte costante delle mie giornate, quasi mi ci sono affezionata… e hai detto bene, l’ho sfruttata e resa produttiva (il prodotto in sé è palese e ovviamente visibile su queste pagine, mentre la qualità del prodotto è già più opinabile. Ma poco importa).

      Credo che dal mal d’amore non si guarisca mai del tutto… soprattutto se non sopraggiunge mai nessun “sostituto” armato di tanto amore e di tanta voglia di conquistare anche quel pezzettino di cuore che abbiamo lasciato dormire nella polvere…

      Il tempo aiuta. Aiuta a fare di quella canzone triste un ricordo malinconico ma piacevole. In fondo, col senno di poi, ogni sentimento importante, anche se non ricambiato, assume le sembianze di un nostalgico sorriso.

      Un abbraccio forte!

      Paola

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: